18 DICEMBRE CONVENZIONE DEI DIRITTI DEI MIGRANTI E DELLE LORO FAMIGLIE

Tra pochi giorni, il 18 Dicembre, si celebra la giornata internazionale per i diritti dei migranti per ricordare il giorno del 1990 in cui è stata approvata la convenzione internazionale per i diritti dei lavoratori migranti e delle loro famiglie.

Migrare è un diritto umano e garantire il rispetto dei diritti di tutti in ogni società sono state le fonti di ispirazione per la convenzione del 1990 che l’assemblea delle Nazioni Unite ha adottato.

Come dice Navanethem Pillay, ex Alta Commissaria per i diritti umani ONU, “come le nostre società trattano i migranti determinerà la possibilità di costruire una società umana fondata sulla parità dei suoi membri nella giustizia, nella democrazia, nella dignità e nella sicurezza“.

L’Italia, purtroppo, come tanti paesi destinatari di immigrazione, non ha ancora ratificato questa convenzione.

Troppo spesso ancora oggi i diritti dei lavoratori migranti non sono rispettati, ed alcuni di loro sono costretti a condizioni di lavoro di sfruttamento.

Storie ed episodi di sfruttamento e vera e propria tratta di esseri umani capitano ancora oggi.

E’ di poche ore fa la notizia della morte di oltre 50 persone schiacciate per il ribaltamento del camion in cui erano stipate – migranti centroamericani che avrebbero voluto varcare la frontiera.
https://www.corriere.it/esteri/21_dicembre_10/messico-strage-migranti-camion-schianta-muro-sono-almeno-58-vittime-33b99e78-595f-11ec-95ed-0f7dcc6ae2dd.shtml

Una storia simile, ma per fortuna senza vittime, come vedremo più sotto, è capitata il 17 Luglio del 1972 e ha almeno in parte ispirato le Nazioni Unite sulla strada del riconoscimento dei diritti dei migranti. Su quell’episodio di ormai quasi 50 anni fa, cerchiamo di chiarire alcuni passaggi.

DEBUNKING

Notiamo che su diversi siti la notizia è accompagnata da un episodio tragico, avvenuto sul territorio tra l’Italia e la Francia nel 1972, ovvero si pone come momento ispiratore dell’inizio del lavoro delle Nazioni Unite una strage di 28 migranti maliani che, partiti dalla Tunisia, cercavano di approdare in Francia sigillati dentro un camion che avrebbe dovuto trasportare macchine da cucire. Per un tragico incidente i 28 migranti muoiono nel tunnel del Monte Bianco

La notizia è riportata da varie fonti, alcune anche molto autorevoli. Qualche esempio

International Labour Organization
https://www.ilo.org/wcmsp5/groups/public/—europe/—ro-geneva/—ilo-rome/documents/article/wcms_152669.pdf
Unicef Italia
https://www.unicef.it/media/18-dicembre-giornata-per-i-diritti-dei-lavoratori-migranti/
Teche Rai
http://www.teche.rai.it/2020/12/storie-di-migranti/
Rai Cultura
https://www.raicultura.it/storia/accadde-oggi/Giornata-Internazionale-per-i-diritti-dei-migranti-c41d2c70-4fc9-4021-8ab5-c02d7e761d43.html
Blog collegato al Sole 24 ore
https://alleyoop.ilsole24ore.com/2018/12/18/immigrazione-2/
Sito di Vatican News
https://www.vaticannews.va/it/mondo/news/2020-12/giornata-internazionale-onu-diritti-migranti-18-dicembre-oggi.html
Style del Corriere della Sera
https://style.corriere.it/news/giornata-diritti-migranti-2020/
Vita.it
http://www.vita.it/it/article/2014/12/16/su-parlezvousglobalorg-le-scuole-raccontano-le-migrazioni/128751/

E veramente tanti siti sicuramente in buona fede replicano la notizia
https://www.legambientevicenza.it/ioaccolgo/%F0%9F%8C%8D-giornata-internazione-per-i-diritti-dei-migranti-cosa-significa/
https://www.spi.cgil.it/blog/giornata-del-migrante-servono-politiche-di-accoglienza
https://www.osservatoriodiritti.it/2020/12/18/giornata-internazionale-dei-migranti/
https://agente0011.it/18-dicembre-la-giornata-dei-migranti/
https://itacaonline.org/blog/giornata-mondiale-del-migrante/
https://www.retesai.it/giornata-internazionale-dei-migranti/
https://www.possibile.com/giornata-internazionale-dei-diritti-dei-migranti-perche-diritti-tutti/
https://adozioneadistanza.actionaid.it/magazine/giornata-internazionale-diritti-migranti/
http://foundation4africa.piccolimondi.org/my-calendar/giornata-mondiale-dei-migranti/
https://www.pressenza.com/it/2020/12/la-giornata-internazionale-dei-migranti-o-dei-diritti-invisibili-e-mai-ratificati/
https://www.facebook.com/cri.lazio/photos/a.1212876568755366/2186484584727888/
https://www.unimondo.org/Guide/Politica/Xenofobia-e-razzismo/Giornata-internazionale-per-i-diritti-dei-migranti-204051
http://www.migrantitorino.it/?p=52105

L’aspetto che non ci convince troppo è la mancanza di dettagli e la ripetizione pressoché identica della notizia.
Quindi iniziamo a cercare le fonti.

Cerchiamo i lavori preparatori della Convenzione ed emerge che i lavori iniziali per la convenzione sono del Luglio 1972
In particolare notiamo che “The United Nations first voiced concern about the rights of migrant workers in 1972, when the Economic and Social
Council, in its resolution 1706 (LIII), expressed alarm at the illegal transportation of labour to some European countries and at the exploitation of workers from some African countries “in conditions akin to slavery and forced labour
.”

Però non c’è alcun cenno alla strage dei 28 clandestini , né nel 1972 nè prima né dopo la risoluzione 45/158 dell’Assemblea Generale ONU adottata del 18 Dicembre 1990

Ecco i primi documenti del 27 / 28 Luglio 1972 doc 1706:
https://digitallibrary.un.org/record/214901
Scarica il PDF

Documento ONU 2920 del novembre 1972 sul traffico di esseri umani
Scarica il PDF

Documento della Risoluzione 45/158
https://digitallibrary.un.org/record/105636?ln=en
Scarica il PDF

Un altro documento ufficiale del 2005
https://www.ohchr.org/documents/publications/factsheet24rev.1en.pdf

Troviamo la prima occorrenza di questa strage in un lavoro del 2009 di autori autorevoli
Migration and Human Rights: The United Nations Convention on Migrant Workers’ Rights lavoro coordinato da Ryszard Cholewinski, Paul de Guchteneire, Antoine Pecoud – edito da Cambridge University Press, 26 nov 2009
https://books.google.com/books/about/Migration_and_Human_Rights.html?hl=it&id=WPMfAwAAQBAJ
Scarica il PDF qui

In questo lavoro però c’è un misunderstanding tra Pecoud (nell’introduzione a pagina 22 ) che cita Battistella (nel capitolo II a pag. 51).

Battistella scrive di un “semplice” incidente che fa scoprire un traffico di 28 esseri umani – citando un lavoro del 1983 di G. Bertinetto) ma Pecoud, citandolo si confonde e scrive di 28 morti.

Battistella pag. 51
The beginnings of the Convention may be traced to an episode that occurred in 1972. A sealed truck met with an accident while crossing the tunnel under Mount Blanc. Supposed to be carrying sewing machines, it was in fact transporting twenty-eight workers from Mali, who were travelling from Tunisia to France through Italy and Switzerland (Bertinetto, 1983, p. 189)

Pecoud pag. 22
“And as Graziano Battistella (Chapter 2) recalls, the process that led to the Convention was partly initiated after the deaths of twentyeight irregular migrants from Mali, found in a lorry in the Mont Blanc tunnel in 1972. Today, such deaths occur throughout the world on an almost daily basis”

ed anche in un articolo precedente, del 2008, lo stesso Antoine Pecoud con Paul de Guchteneire incorre nello stesso fraintendimento
La Convention des Nations unies sur les droits des travailleurs migrants in Hommes & Migrations Année 2008 1271 pp. 6-19

https://www.persee.fr/doc/homig_1142-852x_2008_num_1271_1_4687

Graziano Battistella già in un articolo del 2004 per il Centro Studi Emigrazione di Roma, scrive di questo incidente del 1972, senza morti, che però fece emergere questo traffico terribile.
Qui il PDF della rivista

Bertinetto, fonte di Battistella, in realtà dà un numero di migranti scoperto piu’ alto (38) ma – come Battistella – non fa alcun cenno a persone morte in un incidente. Anzi, mette in relazione il luogo dell’incidente, vicino Ginevra e non nel Traforo del Monte Bianco, con la sede dove l’ONU stava riunendosi

In 1972, for example, a sealed truck, theoretically carrying sewing machines, broke down near Geneva. It turned out to be transporting 38 African workers from Mali who were travelling to France from Tunisia through Italy and Switzerland. The UN Economic and Social Council was meeting in Geneva at the time, and it was this accident that triggered the decision of the UN to…


Bertinetto, G. 1983. International regulations on illegal migration. International Migration, Vol. 21, No. 2, pp. 189–203
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/12266828/

A questo punto risaliamo ai giornali dell’epoca,
La Stampa 18 Luglio 1972
Stampa Sera 18 Luglio 1972

La Stampa Sera 17-18 Luglio 1972
La Stampa 18 Luglio 1972

per osservare che il traffico di esseri umani (da Mali e Senegal alla Tunisia e poi in Francia attraverso l’Italia) era già una realtà nel 1972. E’ stato scoperto perché il camionista, oltrepassato il Monte Bianco, ha avuto un incidente a oltre 200 km dal confine, effettivamente in un paesino, in Francia ma a meno di 70 chilometri da Ginevra. Dovendo riparare il camion, si autodenuncia, mostrandosi preoccupato per la sorte dei 59 (non 28 né 38) migranti stipati e sigillati nel camion. Per fortuna sono vivi.

Vista la coincidenza di date e di luoghi: 18 Luglio scoperta di questo traffico (di dimensioni davvero notevoli – 59 persone su un singolo camion – con indagini e ramificazioni dalla Tunisia alla Francia) 27 Luglio Riunione dell’ONU con dibattito sul traffico di esseri umani, è ipotizzabile che almeno i rappresentanti italiani e francesi abbiano portato all’attenzione dei rappresentanti degli altri paesi questa notizia per rafforzare l’urgenza di lavorare su questo tema.
Eventualmente proveremo a vedere se, nei lavori preparatori della Convenzione, ben lunghi dal 1972 al 1990, se ne trova traccia.

I migranti verranno – a quanto dice il giornale – poi trasferiti a Farfa Sabina (Rieti) – uno dei dimenticati campi di concentramento fascisti in Italia, diventato in epoca repubblicana centro di raccolta per profughi stranieri – ma questa è un’altra storia.

Condividi la pagina con:
Share