CPAS e accordo di cooperazione internazionale

Un importante accordo di cooperazione internazionale è stato siglato a Ziguinchor, il capoluogo della regione della Casamance nel sud del Senegal

Il documento predisposto e  coordinato dal “Comitato Pavia-Asti Senegal” è destinato a dare una struttura organica alle numerose attività dicooperazione già da oltre vent’anni in atto fra enti ed organismi di Pavia e di Asti con lo stato africano. Firmatari del protocollo sono stati dalla parte senegalese, Mamadou Lamine  Sora per il Consiglio Regionale di Ziguinchor, Bacary Denis Sane per la Comunità Rurale di Coubalan, Diame Bob per l’Ospedale Regionale di Ziguinchor e Babacar Arone Sane per il Kalounayes pour le Developpement Economique et Social. 

Da parte italiana sono intervenuti, Pierfranco Verrua per il Comune di Asti, Marco Galandra per il Comune di Pavia, Francesco Brendolise per la provincia di Pavia, Gian Battista Parigi per l’Università ed il Policlinico “S.Matteo” di Pavia, Giuseppe Esposito  per il Comitato Pavia Asti Senegal, Cesare Quaglia per la Coldiretti Asti, Enrico Mascherpa per la Coldiretti  Pavia. Hanno sottoscritto il protocollo come patrocinatori l’Ambasciata d’Italia a Dakar, il Consolato del Senegal di Torino  e la Camera di Commercio diZiguinchor.

“Con la firma del protocollo – dice l’amministratore astigiano, Pierfranco Verrua – tutte le parti si impegnano a favorire gli scambi nei comuni settori di competenza, al fine di rafforzare i legami politici, economici, sociali e culturali tra le loro rispettive popolazioni, e ad operare in favore dello sviluppo sostenibile dell’insieme del territorio”. Nella pratica – prosegue  le attività già in atto ed ulteriormente strutturate nell’ambito del protocollo sono relative all’agricoltura, alla tutela dell’ambiente e delle risorse naturali, alla sanità, allo sviluppo economico, commercio e occupazione, al turismo sostenibile, alla formazione, insegnamento e scambi in ambito di formazione professionale, ai gemellaggi scolastici e scambi culturali ed infine ai servizi collettivi, alla solidarietà e dal rafforzamento delle strutture amministrative e politiche decentrate”.

Fra tutte queste attività, di particolare rilevanza sono quelle destinate allo sviluppo agricolo per l’autosufficienza alimentare e le correlate attività di formazione tecnica, meccanizzazione, miglioramento varietale delle sementi, salvaguardia della fertilità dei suoli,  forestazione. Partners nella realizzazione di queste attività sono la Coldiretti di Asti e di Pavia.

Altrettanto rilevanti sono le attività in ambito sanitario, che coinvolgono  l’Università, il Policlinico “S.Matteo” e l’Ordine degli Ingegneri di Pavia, che ha visto la ristrutturazione dei reparti di Radiologia, Pediatria e Maternità dell’Ospedale Regionale di Ziguinchor, unico presidio di riferimento per una popolazione di quasi mezzo milione di abitanti.

Nel corso della missione è stato presentato  e studiato, congiuntamente coni tecnici senegalesi, il progetto per il nuovo edificio da destinare a Pronto Soccorso ed a Terapia Intensiva, elaborato dall’Ordine degli Ingegneri di Pavia insieme con l’Università.

Nell’ambito di questo  progetto, dodici specializzandi in Pediatria dellìUniversità Pavese hanno già trascorso un periodo di servizio di due mesi ciascuno, alcuni dei quali sostenuti dall’Ordine dei Medici di Pavia, e gli  ultimi tre sono attualmente a Ziguinchor per continuare una collaborazione estremamente fruttuosa sia per i bambini senegalesi sia per gli stessi medici italiani.

Condividi la pagina con:
Share