Agenzia Umanitaria n.2 per la scuola di Django

SCUOLA di DJANGO

La scuola costruita grazie al contributo dei benefattori dell’Agenzia n.2 per Django

L’ “Agenzia N. 2 di Pavia per Django“ (promossa da volontari del Comitato Pavia Asti Senegal e dall’Unicef provinciale) è nata a Pavia nel 1994, ed ha raggruppato inizialmente oltre 40 famiglie pavesi impegnate ad “adottare” nel tempo questo villaggio della Casamance, attraverso un contributo volontario annuale di 1.100.000 Lire. Grazie a questo impegno, nel 1996, è stata portata a termine la scuola elementare “Walter Damiani”, in grado di accogliere 400 studenti. Inoltre, grazie ad uno specifico accordo, il Ministero dell’Istruzione Senegalese si fa carico del personale docente. 

Negli anni successivi il Comitato Pavia Asti Senegal e l’Unicef, unitamente ad alcuni membri dell’Agenzia N.2 per Django, hanno proseguito il sostegno alla scuola per consentirne la manutenzione e lo sviluppo didattico.

Allo stato attuale tuttavia tale impegno non è più sufficiente, per la costante necessità di manutenzione e rinnovo degli arredi, per gli interventi ordinari e straordinari dovuti a calamità naturali (per due anni consecutivi un tornado ha scoperchiato il tetto).

Il CPAS intende rilanciare l’impegno delle famiglie pavesi per la SCUOLA di DJANGO, attraverso la ricerca di un sostegno finanziario annuale garantito da 30 cittadini (o famiglie o gruppi di cittadini) con quote di 300 / 350 euro, al fine di raccogliere 7000 euro sufficienti al rifacimento del tetto di un’ala della scuola, dei pavimenti ed all’acquisto di nuovi banchi e materiale di cancelleria e proseguire poi di anno in anno proseguendo nell’impegno di garantire opportunità a bimbi e ragazzi di quella zona. 

Mantenendo fede alla visione di uno sviluppo sostenibile e capace di rendere le popolazioni locali autonome è stato inoltre definito un accordo con l’ “Associazione delle famiglie degli alunni di Django” per garantire un parallelo sforzo della popolazione locale per cui tale Associazione si impegna ad una analoga raccolta fondi annuale per garantire la manutenzione della scuola.

I fondi eventualmente eccedenti raccolti dall’Agenzia saranno poi utilizzati per eventuali interventi straordinari o per migliorare l’offerta didattica, secondo progetti di volta in volta concordati tra i soci dell’ Agenzia ed i partner senegalesi.

E’ stato firmato un accordo  con una impresa locale per la ristrutturazione della scuola di Django nel mese di Febbraio 2017 (Angelo Zorzoli di CPAS che era in loco ha seguito la firma dell’accordo), sono stati avviati i lavori a Maggio/Giugno e sono state anticipate la prima e la seconda tranche come da tabella in basso.

Dal 1 al 12 Novembre una missione di cittadini pavesi si recherà in Casamance e farà tappa a Django per verificare il completamento dei lavori e versare l’ultima tranche prevista a conclusione lavori dal contratto con l’impresa.

Breve dossier PDF comprensivo di preventivo per i lavori della scuola:

 

Donazioni ad oggi 18 Ottobre 2017 Numero donatori Obiettivi Quanto manca  Obiettivo ristrutturazione completa

€ 3.500

24

I STEP
€ 3.500

Anticipo per i lavori

RAGGIUNTO
I STEP 

Inviato anticipo 3.760 euro il 10 Marzo 2017

€ 7.500 (compresi oneri bancari)

 

€ 1.380

 

II STEP

€ 2.207,69

Seconda tranche lavori

RAGGIUNTO PARZIALMENTE 

II STEP

Inviato intero importo di 2269,58 euro il 4 Agosto 2017
(CPAS cerca ancora donatori per euro 1.150, che ha anticipato)

 

 

 

III STEP
Saldo finale al collaudo

€ 1469,49  

 Verranno portati direttamente dai soci dell’Agenzia 2 per la Casamance in visita alla scuola di Django a inizio Novembre 2017  

€ 4.880

       

Puoi versare un aiuto sul conto intestato a Comitato Pavia Asti Senegal
IBAN: IT73Z0311111300000000032973 Causale: Scuola Django

o effettuare un versamento sicuro on line con Paypal o tutte le carte di credito




Se desideri ricevere informazioni puoi contattarci via email paviasenegal@virgilio.it . Se desideri contribuire da solo o in gruppo al progetto puoi donare direttamente da questa pagina o sostenerci in tanti altri modi

Condividi la pagina con:
Share