PROGETTO “PIROGA MEDICALE” RIPARTE A NOVEMBRE

Piroga Medicale” è un progetto sanitario volto alle popolazioni rurali della regione del delta del fiume Casamance, nel sud del Senegal.
Tale area è costituita da piccole isole prive di presidi medici costanti ed inoltre la conformazione stessa del territorio causa notevoli difficoltà ad accedere ai servizi sanitari di base. La maggior parte della popolazione non ha accesso a cure adeguate, con la conseguenza che malattie lievi spesso divengano mortali.

Il progetto Piroga Medicale” nasce dall’esigenza di migliorare l’accesso ai servizi sanitari di tali popolazioni, con interventi mirati in particolare all’assistenza pediatrica, neonatale e materno-infantile.

La prima missione ha avuto luogo a Novembre 2106 con il fine di prendere contatto con la popolazione locale e individuare le necessità sanitarie nei diversi villaggi. La seconda missione, svoltasi a Febbraio 2107 ha apportato in modo effettivo una prima assistenza sanitaria ed inoltre, per la prima volta, ha visto una partecipazione attiva di medici specializzandi pediatri italiani.
A questa seconda missione ne è seguita un’altra  tra Aprile e Maggio 2017, mentre la prossima avrà luogo a Novembre. Diverse persone, principalmente medici,  hanno preso parte alle missioni e tra loro vi sono stati anche i nostri collaboratori Fulvio Avantaggiato (in qualità di medico radiologo), Francesco Fiori (ingegnere ambientale) e Angelo Zorzoli (come coordinatore della missione).  Essenziale per la realizzazione di tali missioni, è stato il co-finanziamento da parte di “Cactus Onlus” e del Comune di Pavia per l’anno 2017.

Inoltre, all’interno del quadro del progetto stesso, continua la collaborazione con la start-up D-Heart. Essa ha sviluppato un sistema di screening elettrocardiografico realizzabile tramite smartphone, di cui CPAS si è avvalso durante il progetto Piroga, riuscendo così ad effettuare screening altrimenti impossibili.
Grazie agli ottimi risultati ottenuti, i quali hanno comprovato l’efficacia del sistema, la start-up ha ricevuto sostanziali finanziamenti, dimostrando come tale cooperazione sia stata vicendevolmente vantaggiosa.

Condividi la pagina con:
Share