Medici specializzandi in Senegal: riprendono gli stage

Dal 2009 esiste un rapporto consolidato tra Ospedale Regionale di Ziguinchor e Policlinico San Matteo di Pavia, coordinato dal Comitato Pavia Asti Senegal che ha portato molti medici specializzandi in Senegal .

Da anni l’associazione pavese CPAS ha – con i partner locali in Senegal – stilato degli obiettivi e delle azioni nel “Programma di appoggio ai servizi socio-sanitari della Regione di Ziguinchor (Senegal)

Tra le azioni intraprese, oltre agli investimenti in termini di costruzione di strutture sanitarie, di formazione del personale locale e di acquisto e manutenzione di macchinari medici, occupa un posto fondamentale lo scambio di esperienze, la possibilità da parte di medici italiani di recarsi ad operare in Senegal e di quelli senegalesi a fare esperienza nel sistema sanitario italiano.

Da 12 anni hanno usufruito di questa opportunità oltre 60 medici (vedi pagina web) – la maggior parte oggi strutturati e impegnati in ospedali di tutta Italia. Alcuni hanno preso spunto dall’esperienza in Senegal per impegnarsi professionalmente in imprese umanitarie all’estero. Altri continuano a impegnarsi attraverso l’associazione mantenendo i contatti con la Casamance e tornandoci periodicamente.

Da Marzo 2020 ad oggi gli invii di personale sanitario ha osservato un lungo periodo di fermo degli scambi per l’insorgere a fine febbraio inizio marzo della pandemia Covid-19.

Nella primavera 2020 infatti gli stager allora presenti in Senegal i dottori specializzandi in pediatria Nunzia Pia Manganelli , Francesco Delle Cave e Paola Castelli e l’ostetrica Isabel Jacqueline Torroni  furono costretti a un avventuroso viaggio di ritorno per raggiungere l’Italia prima della chiusura delle frontiere.

Da settimana scorsa sono ripresi i viaggi di medici specializzandi in pediatria dall’Università di Pavia all’Ospedale Regionale di Ziguinchor con delle borse di studio ottenute dall’Ordine dei Medici di Pavia e dall’Università degli Studi di Pavia.

Il direttore dell’Ospedale Regionale di Ziguinchor, dott. Martial Coly,  con il benestare della Scuola di Specialità in Pediatria del Dipartimento di Scienze Clinico-Chirurgiche, Diagnostiche e Pediatriche dell’Università di Pavia, direttore prof. Gianluigi Marseglia, ha invitato 3 dottoresse specializzande ad effettuare presso la locale pediatria uno stage di circa 2 mesi.

Sono partite lo scorso 18 febbraio  per esercitare attività clinica presso l’Ospedale Regionale di Ziguinchor nel Reparto di Pediatria, sotto la supervisione del responsabile del Reparto, dott. Francois Diouf i medici specializzandi in pediatria titolari di borse di studio dell’Ordine dei Medici di Pavia per il periodo 18 Febbraio – 21 Aprile 2021

dottoresse prima della partenza
Le dottoresse poco prima della partenza

dott.ssa Cecilia Novara, originaria di Moncalieri (TO), dott.ssa Francesca Loiacono (nata a Polistena (RC)) e  dott.ssa Giulia Casari (di Milano)

Il viaggio delle tre dottoresse verso la meta africana è durato un po’ più del previsto: la tappa a Lisbona, dove era previsto uno scalo di poche ore, è durata un  giorno intero come lo scalo a Dakar, a causa – in entrambi i casi – di scarsa visibilità dovuta a tempeste di sabbia.

Da qualche giorno sono arrivate a Ziguinchor e svolgono il loro lavoro presso l’Ospedale di Ziguinchor e per determinate consultazioni, in accordo con l’associazione KDES faranno brevi visite presso il dispensario rurale di Coubanao nella zona del Kalounayes, dove sono attivi altri progetti dell’associazione CPAS riguardanti la medicina in ambito rurale .

Sono invece ancora sospese fino a data da destinarsi le periodiche missioni della piroga medicale un presidio medico mobile che si sposta tra i villaggi del delta del Casamance, anche se il dott. Fulvio Avantaggiato, vice presidente CPAS e responsabile dei progetti sanitari è speranzoso di riprendere tale esperienza entro l’anno

Le dottoresse sono state sottoposte al vaccino Covid, abitano a Ziguinchor presso la sede dell’associazione, hanno portato con se diverse valige di farmaci e materiale donato da farmacie e privati cittadini. 

Reparto di Pediatria, Ospedale Regionale Ziguinchor

La situazione Covid in Senegal: il Senegal sta  affrontando l’emergenza pandemia con molto impegno , dimostrando una gestione coesa della situazione di crisi, coinvolgendo i governi, gli individui e le comunità, e raggiungendo dei traguardi notevoli.

Si sono alternati momenti di coprifuoco, restrizioni alla mobilità, chiusura di attività a inviti alla prudenza e all’uso dei dispositivi di protezione. La situazione adesso appare ancora difficile però con numeri di contagi molto inferiore all’Italia (intorno ai 300 nuovi casi al giorno). In queste settimane è in arrivo un vaccino cinese.

Dottoresse in pausa
Le dottoresse appena arrivate a Ziguinchor
Condividi la pagina con:
Share