Africando 2019

Torna ad animare Piazza del Carmine AFRICANDO, il Festival della Convivialità delle Differenze, l’evento più multietnico, plurale e accogliente dell’estate pavese.

L’evento intercultural-musicale afro-pavese promosso da Comitato Pavia Asti Senegal Onlus si svolgerà nei giorni 21 e 22 giugno a Pavia e, come sempre, inviterà tutti i pavesi, nessuno escluso, all’incontro tra le diverse culture del Mondo con una programmazione musicale e culturale internazionale.

Lo spirito dell’evento, giunto quest’anno alla XIII edizione, è la promozione del dialogo e la contaminazione tra le diverse culture attraverso espressioni artistiche come la musica, le danze e la poesia e momenti di riflessione, di svago e di condivisione culinaria.

Il viaggio di AFRICANDO di quest’anno ci porterà tra sonorità arabe, canti maghrebini, ballate del mediterraneo, ritmi camerunensi e musica elettronica internazionale; ci farà gustare sapori senegalesi, gambiani e del vicino Oriente; ci accompagnerà nell’incontro con chi ha lasciato il proprio Paese e ha scelto Pavia come nuova casa e con chi fa della solidarietà e della tutela dei diritti umani la sua missione quotidiana.

Come sempre la protagonista di AFRICANDO sarà la World Music che sbarcherà a Pavia per animare e far ballare l’intera città con i ritmi e le melodie che uniscono e fondono tradizioni provenienti da tutto il Mondo.

Venerdì 21 Piazza del Carmine sarà invasa da armonie e da canti arabi e mediterranei del trio Fanfara Station, un progetto di tre artisti provenienti da tre continenti, uno statunitense, un tunisino e un italiano che fonde la forza di un’orchestra di fiati, l’elettronica e i ritmi e i canti del Maghreb.

Fanfara Station celebra l’epopea dei popoli Migranti del Mediterraneo, delle culture musicali della diaspora africana e dei flussi che da sempre uniscono il medio oriente al Maghreb, all’Europa e alle Americhe.

In “Tebourba”, primo disco di Fanfara Station uscito a primavera 2018, sono presenti canzoni in arabo, francese e italiano; nello stesso periodo è uscito il documentario “Vita di Marzouk” che ha vinto il premio “Il Razzismo è una Brutta Storia” al Festival del Cinema Africano, d’Asia e America latina di Milano.

Ad inaugurare il Festival sarà un reading poetico di brani migranti composti dai richiedenti asilo che vivono a Pavia.

I concerti di venerdì si completeranno con il duo Led & Taquipirinha che proporrà un repertorio vitaminico e frizzante che spazierà dal blues al pop/rock e il gruppo The social Band, i veterani del festival, che interpreteranno il loro rock malinconico e irriverente.

Sabato 22 salirà sul palco la band salentina dei CRIFIU.

La loro musica nasce dalla contaminazione tra le atmosfere della tradizione popolare della loro terra natia e l’incontro con le sonorità pop, rock, elettronica, world music e melodie mediterranee.

Le loro canzoni non fanno solo ballare ma affrontano spesso temi di impegno sociale.

Si sono esibiti sul palco del Primo Maggio di Roma nel 2013 aggiudicandosi il Primo Posto all’1mfestival concorso collegato al Concertone.

Proprio in questi giorni sta uscendo MONDO DENTRO, il nuovo album dei CRIFIU: 13 brani e numerosi ospiti, dai Sud Sound System allo scrittore Carlo Lucarelli, da Valerio Jovine della famiglia 99 Posse al Canzoniere Grecanico Salentino.

Apriranno la serata i Jam Ensemble, un gruppo di 5 artisti provenienti dal Camerun. Jam è un saluto di benvenuto in Camerun. I musicisti e ballerini coinvolgeranno Pavia nei ritmi e nei balli tradizionali del paese africano, chiamato la Piccola Africa, per la sua grande diversità culturale e non solo. Il gruppo si esibirà con strumenti tipici della tradizione africana come i congas, i balafon, il dumdum e il djembe insieme a chitarre elettriche e tastiera.

Quest’anno AFRICANDO ospiterà sabato 22 alle 15.00, in collaborazione con il Master in Immigrazione e Genere dell’Università degli Studi di Pavia e la Coop. Soc. Progetto Con-tatto, la conferenza “Delitti Umani: salvataggi in mare, criminalizzazione della solidarietà e violazione dei diritti umani” presso l’Aula Scarpa.

All’incontro parteciperanno alcuni dei protagonisti delle attività di soccorso e salvataggio in mare e di accoglienza sul territorio italiano: Veronica Alfonsi Head of Office Italy della ONG Open Arms e Andrea Costa di Baobab Experience Roma.

Open Arms è un’organizzazione spagnola non governativa e senza fine di lucro la cui principale missione è proteggere, con la sua presenza in mare e a terra, le persone che cercano di raggiungere l’Europa fuggendo da guerre, persecuzioni o povertà.

Baobab Experience è un gruppo di volontari, privati cittadini, che a Roma ha aiutato più di 70.000 persone, soprattutto, immigrati nei loro campi di accoglienza, allestiti con mezzi donati dalla cittadinanza, fornendo cure mediche, cibo, una sistemazione per la notte e assistenza legale. 

Racconteranno inoltre le loro esperienze Ebrima Jallow, mediatore culturale e profugo gambiano, e due rappresentanti di Emergency e Amnesty International Lombardia.

L’incontro mirerà ad approfondire in maniera trasversale il tema delle migrazioni e della tutela dei diritti umani cercando di “ripercorrere” il viaggio delle persone che decidono di lasciare la propria terra natia e attraversare il Sahara e il Mediterraneo.

Si ascolteranno le testimonianze e le esperienze di migranti e di operatori delle ONG e associazioni italiane operanti nel Mediterraneo e sul territorio nazionale circa le loro attività di soccorso, accoglienza e difesa dei diritti umani (in particolar modo la tutela del diritto alla salute).

Ma AFRICANDO è anche condivisione culinaria.

La sera sarà possibile assaggiare specialità africane e mediorientali proposte dagli ospiti del programma SPRAR e dall’associazione Dimbalente di Voghera.

Si potranno gustare lo Yassa senegalese, un piatto unico a base di riso, pollo, cipolle, verdure e senape, i Fataya, frittelle di carne speziata e verdure, un piatto tipico dell’Africa Subsahariana, e tanto altro…

Molte realtà di volontariato della provincia di Pavia apporteranno il loro contributo di idee e proposte alla varietà dell’offerta culturale di AFRICANDO: il Sistema Territoriale per la Cooperazione Internazionale della Provincia di Pavia, la Coop. Soc. Villa Ticinum, la Coop. L’Alternativa e il CSV Lombardia Sud di Pavia.

Perchè venire ad AFRICANDO?

Perchè la World Music racconta l’incontro e la storia tra i popoli!

Perchè conoscere le altre persone ci arricchisce!

Perchè, invece di temerle, noi le festeggiamo, le nostre differenze!

Perchè, invece di chiudere porte, noi costruiamo ponti!

Perchè la solidarietà non si deve arrestare!

Per info:

paviasenegal@virgilio.it  – www.cpas.it

3491629134 (Marcello Rosa)

https://it-it.facebook.com/AfricandoFestivalDellaConvivialitaDelleDifferenze/
Condividi la pagina con:
Share